Donne emigranti

Share

LA DONNA NELLA STORIA FILATELICA ITALIANA
Aggiornamento N. 2.

2011_emigrazione

Sebbene questo non sia un francobollo specificatamente dedicato alle donne, dobbiamo però prendere atto che le figure femminili rappresentate sono decisamente significative. La vignetta del francobollo riproduce il dipinto di Angiolo Tommasi dal titolo “Gli emigranti”, realizzato nel 1896 e custodito nella Galleria Nazionale di Arte Moderna di Roma. Il soggetto è stato scelto per il francobollo commemorativo del Museo Nazionale dell’Emigrazione Italiana, emesso in data 1 giugno 2011.

ingrandisci
(clic sull’immagine per ingrandire)

Nel quadro vediamo rappresentato un assembramento di persone sul ponte Federico Guglielmo nel porto di Genova, in attesa di imbarcarsi per emigrare verso terre lontane nella speranza di trovarvi migliori condizioni di vita. Senza dubbio, nel folto gruppo le figure più significative sono quelle femminili, sono le donne emigranti, le mamme, le bambine, nella loro povertà, nella loro disperazione, nella loro speranza. C’è una donna che aspetta un figlio, c’è una madre che sta allattando, ci sono giovani ragazze sole o insieme ai loro compagni, e ancora madri con i bimbi per mano, e donne anziane. Tutte con la speranza negli occhi e nel cuore.

Angiolo Tommasi fu allievo di Silvestro Lega, fra i maggiori esponenti del movimento artistico italiano dei macchiaioli. Nel quadro è l’autore stesso a dare maggior risalto alle figure femminili rispetto a quelle maschili, dipingendole con maggiore dovizie di particolari e con maggiore espressività rispetto alle altre.

© Maria Grazia Dosio CC BY-NC-ND 3.0 IT

Donne emigrantiultima modifica: 2014-03-18T15:17:22+01:00da mgdosio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.