Mitologia femminile: la Vittoria Alata di Trieste

LA DONNA NELLA STORIA FILATELICA ITALIANA
Aggiornamento N. 39.

Nel patrimonio collettivo di miti e leggende tramandato di generazione in generazione, compare un vasto panorama di figure femminili. “Victoria” nella mitologia romana, “Nike” nella mitologia greca, era la dea personificante il trionfo in battaglia, raffigurata come una giovane donna alata. Secondo la tradizione, viene celebrata in occasione della vittoria in battaglia, così come anche nelle gare sportive. A Roma le fu dedicato un tempio sul Palatino. In Grecia la più famosa è la “Nike di Samotracia” oggi conservata al museo del Louvre di Parigi. A Trieste, la statua della Vittoria Alata, opera dello scultore Giovanni Mayer, eretta in onore dei caduti del mare durante la prima guerra mondiale, corona l’apice del Faro della Vittoria che svetta sul golfo della città presidiando la Coppa d’autunno Barcolana, storica regata velica internazionale che si svolge ogni anno nelle acque del Golfo di Trieste.

vittoria_trieste
L’immagine della Vittoria Alata è stata spesso riprodotta sulle cartevalori italiane, ed ecco che la figura della Vittoria del Faro di Trieste compare sulla vignetta del francobollo emesso il 27 settembre 2018 dedicato alla celebre regata storica, nel cinquantenario della sua prima edizione.

(Maria Grazia Dosio CC BY-NC-ND 3.0 IT)

vittoria_trieste

→ versione pdf stampabile ←

Mitologia femminile: la Vittoria Alata di Triesteultima modifica: 2018-12-05T14:09:11+01:00da mgdosio
Reposta per primo quest’articolo
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.