La donna contadina degli anni ’50

Share

LA DONNA NELLA STORIA FILATELICA ITALIANA
Aggiornamento N. 29.

Il 18 novembre 2016 è stato emesso un francobollo dedicato al Pastificio De Cecco, nel 130° anniversario della fondazione. La vignetta riproduce il marchio del pastificio, raffigurante una contadina in costume tradizionale abruzzese con dei covoni di grano sotto le braccia.

contadina
Descrivere l’immagine della donna contadina italiana significa tener presente che l’Italia fino agli anni ’50 del XX secolo è stato un paese rurale, che la maggioranza della popolazione italiana viveva nelle campagne, e l’agricoltura era l’attività più rappresentativa dell’economia nazionale.
Descrivere questa immagine significa descrivere la famiglia contadina dell’epoca, con i suoi valori, con una sua specifica organizzazione, con una concezione del lavoro basata su una precisa suddivisione dei ruoli di genere, e con un ritmo di attività connesso al ripetersi ciclico delle stagioni. La condizione della donna contadina variava da zona a zona, ed era significativamente correlata con il tipo di condizione sociale ed economica della famiglia. La donna nelle campagne poteva essere una presenza forte, così come poteva essere una lavoratrice invisibile, che doveva conciliare il duro lavoro nei campi con l’altrettanto duro lavoro di moglie e madre, spesso silenziosa sostenitrice di un nucleo famigliare che viveva sui suoi sacrifici personali.

Il pastificio De Cecco fu creato nel 1886. Il marchio con la giovane contadina è stato registrato nel 1952, e ha conosciuto numerose versioni e continui rifacimenti fino all’elaborazione dell’ultima versione che corrisponde a quella riprodotta sul francobollo.

© Maria Grazia Dosio CC BY-NC-ND 3.0 IT

La donna contadina degli anni ’50ultima modifica: 2017-01-15T16:52:44+01:00da mgdosio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.