Le donne della Maruzzella

Share

LA DONNA NELLA STORIA FILATELICA ITALIANA
Aggiornamento N. 38.

In data 26 maggio 2018 è stato emesso un francobollo appartenente alla serie tematica “Le Eccellenze del sistema produttivo ed economico” dedicato alla Maruzzella, marchio commerciale italiano di prodotti ittici conservati, nel centenario della fondazione dell’azienda. Sulla vignetta compaiono tre figure femminili all’esterno di un negozio di generi alimentari nell’atto di mostrare alcune confezioni di tonno.

maruzzella
La storia dell’azienda di Igino Mazzola ha origine a Marano Lagunare, località costiera in provincia di Udine, dove nei primi decenni del 1900 nella maggior parte delle famiglie c’era almeno un componente che lavorava nella “fabbrica del tonno”: gli uomini come pescatori, facchini o addetti alle macchine, mentre le donne si occupavano della lavorazione manuale del pescato, e in seguito della promozione del prodotto finito.

Quello della Maruzzella era un vero e proprio esercito femminile di grembiuli bianchi, al quale veniva affidato il compito più importante, cioè quello di lavorare il prodotto secondo tradizione, pulendo, tagliando, dividendo con tecnica attenta, precisa e veloce le carni passate in cottura e infine al confezionamento. Un atto fondamentalmente femminile che determinava la peculiarità del prodotto finito.

E alla figura femminile veniva in seguito affidata anche l’immagine pubblicitaria: visi sorridenti, un aspetto gradevole e curato, un gesto leggero e gentile che mostra il prodotto, ed ecco che la fatica del lavoro di trasformazione del pesce e le difficoltà di una popolazione che viveva praticamente solo di questo, in questa immagine sembrano sciogliersi e trasformarsi, apparentemente, in un atto puramente estetico.

© Maria Grazia Dosio CC BY-NC-ND 3.0 IT

Le donne della Maruzzellaultima modifica: 2018-05-29T14:48:56+02:00da mgdosio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.