Il Nudo di Modigliani

LA DONNA NELLA STORIA FILATELICA ITALIANA
Aggiornamento N. 54.

Il 24 gennaio 2020 è stato emesso un francobollo commemorativo del pittore italiano
Amedeo Modigliani (1884-1920) nel centenario della scomparsa. La vignetta riproduce un particolare del suo dipinto “Nudo femminile disteso su cuscino bianco” (ca. 1917).

modigliani
La nudità femminile dipinta da Modigliani suscitò a suo tempo scandalo e indignazione, sebbene la rappresentazione del nudo nell’arte costituisca in realtà un’antica tradizione. Ma le tele di Modì esprimono qualcosa di inconsueto, una sensualità inedita, per il tratto stilizzato, gli occhi inquietanti, i peli, le proporzioni improbabili, che accompagnano gli atteggiamenti languidi, incutendo stupore e una sorta di timore reverenziale verso una femminilità misteriosa. La sua prima esposizione personale nel 1917 a Parigi, accolta con favore dalla critica, venne presto chiusa perché le sue opere furono considerate dal pubblico un oltraggio al pudore.

Grande musa ispiratrice e modella dell’artista fu la sua compagna di vita, la pittrice Jeanne Hébuterne. Durante la loro convivenza dipinsero vari ritratti l’uno dell’altra. Poco dopo la scomparsa di Modigliani, la pittrice al nono mese di gravidanza si lanciò dalla finestra dell’appartamento al quinto piano, ponendo fine alla sua vita insieme al figlio portato in grembo.

Il dipinto è attualmente conservato nella Staatsgalerie di Stoccarda.

(Maria Grazia Dosio CC BY-NC-ND 3.0 IT)

modigliani_tela

→ versione pdf stampabile ←

Il Nudo di Modiglianiultima modifica: 2020-06-15T15:42:00+02:00da mgdosio
Reposta per primo quest’articolo
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.